Con Leclerc la Ferrari torna a vincere a Monza 9 anni dopo

La Ferrari torna a vincere il Gran Premio d’Italia suo Gran Premio di casa 9 anni dopo Fernando Alonso con Charles Leclerc.

Charles Leclerc vince il Gran Premio d’Italia con la Ferrari, davanti alle due Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton in un Gran Premio pieno di colpi di scena.

Il primo colpo di scena avviene con la Ferrari di Sebastian Vettel che si gira in pista e nel rientrare in maniera non sicura beccando la Racing Point di Lance Stroll danneggiando così la sua ala anteriore.

Con questo contatto la direzione gara assegna 10 secondi di penalità al pilota ferrarista, che perde tempo prima con la sosta ai box per cambiare l’ala e successivamente con il passaggio in pit-lane per scontare la penalità, chiudendo così al tredicesimo posto.

Valtteri Bottas si prende la seconda posizione in pista sul suo compagno Lewis Hamilton che sbaglia e va lungo alla chicane, prendendo la via di fuga.

La Ferrari vince ancora grazie alla sua velocità sui rettilinei, riuscendo a tenere testa alle Frecce d’Argento che prima con Hamilton e poi con Bottas hanno tentato di conquistare la vittoria.

Una giornata indimenticabile anche per l’italiano Antonio Giovinazzi che su Alfa Romeo va a punti finendo la gara di casa in nona posizione, davanti a Lando Norris che chiude la top 10, mentre l’Alfa di Raikkonen chiude in quindicesima posizione anche a causa della penalità di 10 secondi inflitta al finlandese.

Gara indimenticabile anche per la Renault che termina ai piedi del podio con Daniel Ricciardo in quarta posizione e Nico Hulkenberg in quinta posizione.

La Red Bull con la rimonta di Verstappen conquista l’ottava posizione davanti al pilota pugliese, mentre con Alexander Albon conquista la sesta posizione alle spalle delle due Renault.

LA CLASSIFICA COMPLETA:

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.