Fernando Alonso abbandonerà la Formula 1 nel 2019

La McLaren ha confermato che Fernando Alonso non correrà in Formula 1 l’anno prossimo, chiudendo la sua permanenza di 17 anni nello sport, in cui ha vinto due campionati del mondo.

 

Né la McLaren né Alonso hanno divulgato ulteriori dettagli sui rispettivi programmi del 2019, anche se Alonso ha suggerito che potrebbe tornare in campionato in futuro.

“Dopo 17 anni meravigliosi in questo fantastico sport, è tempo per me di fare un cambiamento e andare avanti”,

“Ho apprezzato ogni singolo minuto di quelle incredibili stagioni e non posso ringraziare abbastanza le persone che hanno contribuito a renderle così speciali”.

“Ci sono ancora diversi Gran Premi in questa stagione, e io prenderò parte a loro con più impegno e passione che mai”.

“Vediamo cosa ci riserva il futuro; nuove sfide entusiasmanti sono dietro l’angolo. Sto vivendo uno dei momenti più felici della mia vita, ma ho bisogno di esplorare nuove avventure”.

“Voglio ringraziare tutti alla McLaren. Il mio cuore è con la squadra per sempre. So che torneranno più forti e migliori in futuro e potrebbe essere il momento giusto per tornare in serie; questo mi renderebbe davvero felice. Ho costruito tanti ottimi rapporti con molte persone fantastiche alla McLaren, e mi hanno dato l’opportunità di ampliare i miei orizzonti e correre in altre categorie. Sento di essere un pilota più completo ora che mai”.

“Ho preso questa decisione alcuni mesi fa ed è stata ferma. Tuttavia, vorrei ringraziare sinceramente Chase Carey e Liberty Media per gli sforzi fatti per cambiare idea e per tutti coloro che mi hanno contattato durante questo periodo”.

“Infine, vorrei anche ringraziare i miei ex team, compagni di squadra, concorrenti, colleghi, partner, giornalisti e tutti coloro con cui ho lavorato nella mia carriera in F1. E, soprattutto, i miei fan in tutto il mondo. Sono abbastanza sicuro che le nostre strade si incroceranno di nuovo in futuro”.

Alonso ha debuttato in Formula 1 con la Minardi nel 2001 e, dopo un anno come collaudatore della Renault, ha gareggiato per il francese per quattro stagioni, portando i titoli del 2005 e del 2006.

Una mossa alla McLaren per il 2007 si è conclusa in circostanze astiose in mezzo al deterioramento dei suoi rapporti con l’alta dirigenza ed è tornato alla Renault per il 2008 e il 2009, prima di assicurarsi un posto con la Ferrari per il 2010.

Alonso è arrivato a pochi punti da entrambi i titoli del 2010 e del 2012, ma non è andato a Sebastian Vettel della Red Bull, e alla fine del 2014 ha lasciato la squadra per ricongiungersi alla McLaren, che aveva riacceso la sua partnership con la Honda.

Tuttavia, l’alleanza McLaren-Honda si rivelò infruttuosa, lasciando Alonso impantanato l’ordine, e dopo tre anni tristi le parti andarono separatamente, spingendo la McLaren a collegarsi con la Renault per il 2018.

Alonso è rimasto parte del set-up ma i risultati sono solo marginalmente migliorati, lasciando alla McLaren un settimo posto in classifica.

Negli ultimi anni Alonso ha allargato i suoi orizzonti al di fuori della Formula 1, facendo il suo debutto alla Indianapolis 500 nel 2017 e partecipando alla piena stagione WEC 2018/19 per la Toyota, che includeva la vittoria alla 24 Ore di Le Mans di quest’anno.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport, nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Translate»
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.