GP Giappone: Il venerdì dell’Alfa Romeo con le impressioni dei piloti

Al termine della prima giornata del GP del Giappone, in cui si sono svolte le prime ed uniche due sessioni di prove libere, l’approccio dei piloti Alfa Romeo non è stato del tutto soddisfacente.

Un venerdì agrodolce quello dell’Alfa Romeo per il GP del Giappone, dove durante la prima sessione di libere, sulla monoposto di Antonio Giovinazzi c’è stato un problema idraulico che gli ha concesso di effettuare solamente 4 giri:

Orari AGGIORNATI
diretta e differita, Gran Premio del Giappone

“Abbiamo perso praticamente tutta la prima libera a causa di una perdita idraulica,e non è mai il miglior modo di iniziare un fine settimana di gara”.

Mentre sempre lo stesso pilota italiano, nella seconda sessione di libere è riuscito a scendere in pista senza problemi, chiudendo in quindicesima posizione su un circuito a lui sconosciuto:

Suzuka è per me una nuova pista ed è una delle più difficili, dunque sarebbe stato importante fare più giri possibile. Almeno abbiamo provato a recuperare nel pomeriggio, il che è positivo”.

Infine, Antonio Giovinazzi, elogia una pista come quella di Suzuka:

GP Giappone, FP1: Bottas e Hamilton avanti a tutti, Vettel terzo

Dopo solo due sessioni posso dire che Suzuka è la migliore pista nella quale ho girato con la F1, fino a oggi. Sfortunatamente il meteo ci costringerà a saltare le terze prove libere, e ciò non migliorerà di sicuro il mio weekend.

Tuttavia lavoreremo per avere il miglior setup domenica, sia per la qualifica sia per la gara“.

Per Kimi Raikkonen, non ci sono stati problemi, ma in entrambe le sessioni ha terminato a ridosso dei migliori 10 piloti, chiudendo dodicesimo posto nelle FP1 e all’undicesimo nelle FP2:

“Per me è stato un venerdì normale. Abbiamo girato di più rispetto a quanto originariamente previsto, visto che non ci saranno le libere del sabato, ma alla fine il cambiamento di piano non ci ha disturbati troppo”.

GP Giappone, FP2: Ancora Bottas ed Hamilton davanti,Verstappen insegue

Siamo appena fuori dalla top ten e i distacchi sono davvero minimi. Proveremo a trovare un po’ di performance insieme agli ingegneri, visto che si può sempre fare qualche progresso dopo le prove, ma ora è impossibile dire dove saremo nelle qualificazioni”.

Dobbiamo solo aspettare e vedere cosa succederà domenica, saremo tutti vicini“.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.