GP Giappone: La FIA impone il coprifuoco, ed ecco come ha reagito l’organizzazione

Un sabato diverso quello del GP del Giappone, dove tutte le attività si sono fermate a causa dell’arrivo del Supertifone Hagibis, inoltre la FIA ha imposto il coprifuoco per tutti gli addetti ai lavori.

Per chiunque corra rischi per il GP del Giappone, la FIA ha indetto un coprifuoco “nell’interesse della sicurezza di spettatori e partecipanti“. Ai piloti è stato imposto di rimanere nei rispettivi hotel, in attesa del passaggio della tempesta.

Orari AGGIORNATI
diretta e differita, Gran Premio del Giappone

Ai meccanici e ai tecnici è stato vietato l’accesso al Circuito di Suzuka, sempre a causa del coprifuoco, dalle ore 00.30 di sabato (ora locale, 17:30 italiane) alle ore 05:00 di domenica (ora locale, 22:00 di sabato italiane).

Il tifone Hagibis si è avvicinato al Giappone da sud e si è abbattuto questa notte. Per tutto il sabato viaggerà lungo la costa orientale del paese con venti equivalenti a un uragano di categoria tre, sebbene la sua intensità diminuirà progressivamente con il passare delle ore.

GP Giappone, Ciclone Hagibis: Aggiornamento meteo ufficiale

A Suzuka, i team hanno immagazzinato tutto il materiale che potrebbe essere danneggiato dal tifone, utilizzando sacchi si sabbia per impedire all’acqua di entrare nei box. Ma anche la FIA si è data da fare smontando le strutture “mobili”, come il podio e il centro operativo della FOM.

Steve Nielsen, direttore delle operazioni per la Formula 1, ha dichiarato:

Siamo un po’ nella terra di nessuno. Abbiamo spostato il F1 Broadcast Center nell’edificio dei box in modo che il sistema di cronometraggio, i semafori di uscita, il GPS e i pannelli luminosi distribuiti in tutto il circuito abbiano la possibilità di sopravvivere alla tempesta”.

Alcuni team invece, come la Mercedes, hanno chiuso la struttura della Pit-Wall e l’hanno rinforzata con una rete di sicurezza, mettendo tutto il materiale sensibile all’interno della loro scatola, ma hanno cercato di conservarli al di sopra del livello del suolo, per ripararlo in caso di allagamento.

Per i piloti invece, sarà una giornata molto lunga, poiché dovranno restare chiusi negli hotel. Ma nella giornata di giovedì il pilota Red Bull Max Verstappen, e il pilota McLaren Lando Norris, hanno scherzato sulla possibilità di sfidarsi ad un videogame.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.