GP Giappone, Leclerc: “Abbiamo massimizzato il tempo a nostra disposizione”

Quello di oggi a Suzuka è stato un venerdì più intenso del solito. La Ferrari, al pari degli altri nove team iscritti al campionato, ha dovuto massimizzare il lavoro nella giornata odierna dal momento che le prove libere di sabato sono state cancellate e le qualifiche posticipate alle 10 di domenica (ora locale).

A causare lo sconvolgimento nel programma è l’arrivo del tifone Hagibis che è previsto colpirà la Prefettura di Mie nelle prime ore del sabato imperversando per tutta la giornata. Domenica dovrebbe tornare il sole.

GP Giappone: Sabato libero per la F1, FP3 eliminate e qualifiche posticipate

Nella prima sessione il programma è stato sostanzialmente quello standard, con prove finalizzate alla ricerca dell’assetto migliore e alla valutazione del comportamento dei pneumatici, infatti lo stesso Leclerc ha dichiarato:

Abbiamo massimizzato il tempo a nostra disposizione oggi. Sapendo che le qualifiche sarebbero state posticipate a causa delle avverse condizioni meteorologiche e che le terze libere sono state cancellate, tutti hanno approcciato le sessioni odierne in maniera un po’ differente”.

GP Giappone, FP1: Bottas e Hamilton avanti a tutti, Vettel terzo

La seconda sessione è stata dunque particolarmente intensa, con due momenti di attacco al tempo per ciascun pilota: uno all’inizio e uno nei minuti finali del turno per cercare di approfittare della pista più gommata.

Nonostante ciò, prima della seconda sessione è arrivata da parte della Direzione Gara la comunicazione del cambiamento di programma per sabato e domenica.

Orari diretti e differita, Gran Premio del Giappone

Contestualmente è stato annunciato che i risultati ottenuti nei 90 minuti del pomeriggio avrebbero avuto una valenza particolare: in caso non si riescano a disputare le qualifiche domenica mattina, i tempi di FP2 varranno per definire la griglia di partenza, come detto da Leclerc:

Questo a maggior ragione nella sessione del pomeriggio dopo che è stato annunciato che i tempi potrebbero valere per definire la griglia di partenza del Gran Premio“.

Nella fase centrale della seconda sessione di libere, il team ha invece lavorato in chiave gara con long run nei quali le monoposto hanno girato sia con gomme Medium che Soft.

GP Giappone, FP2: Ancora Bottas ed Hamilton davanti,Verstappen insegue

E dopo ciò, il pilota monegasco ha effettuato una piccola analisi:

Mi pare di capire che i nostri avversari stiano andando molto forte, mentre noi non siamo ancora dove vorremmo. Non sono completamente sicuro di avere compreso quali siano le aree in cui ci manca performance, ma di sicuro dal punto di vista della mia guida posso migliorare ancora“.

Infine, ha parlato su quanto sarà difficile la giornata di domenica:

Domenica sarà una giornata particolarmente intensa ma in fondo i processi fisici e mentali non cambiano, la routine prima di salire in macchina sarà sostanzialmente la stessa. Quindi procederemo come al solito, lavorando duramente in tutte le aree e cercando di fare il miglior lavoro possibile per ottenere il massimo in gara”.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.