GP Stati Uniti: Le strategie della gara by Pirelli

Di seguito in questo articolo ci saranno le strategie che i piloti e i team potranno effettuare durante il GP degli Stai Uniti.

Il pilota Mercedes Valtteri Bottas ha conquistato la pole position per il P degli Stati Uniti, stabilendo anche un nuovo record del circuito, e sarà il primo probabilmente a decidere la strategia in gara che tutti analizzeranno. 

Orari della diretta del GP degli Stati Uniti su Sky e Tv8

Il tempo della pole di Bottas è stato fissato con la gomma mescola morbida rossa, ma il suo miglior tempo di Q2 è stato stabilito sul mezzo giallo, il che significa che questa è la gomma con cui inizierà la gara domani. 

Anche il suo compagno di squadra Lewis Hamilton, le due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc, oltre alla Red Bull di Max Verstappen, inizieranno domani con la gomma gialla.

Bottas ha ricevuto il Pirelli Pole Position Award dalla leggenda americana Mario Andretti: il campione del mondo di Formula 1 del 1978, che è un vero eroe per tutti gli appassionati di corse sia negli Stati Uniti che all’estero.

GP Stati Uniti, qualifiche: Bottas in pole Hamilton quinto

LE STRATEGIE PER LA GARA

Le strategie sembrano tutte molto simili per il GP degli Stati Uniti di 56 giri, ma quella più veloce è a una sosta, utilizzando la soft per 22-25 giri e la medium per 31-34 giri. 

La seconda strategia più veloce è un altra ad una sosta, utilizzando la medium per 24-27 giri e la hard per 29-32 giri. 

Infine, usare la soft per 19-22 giri e la hard per 34-37 giri costituisce la terza strategia più veloce. 

Ma la differenza tra le mescole è minima e domani ci potrebbe essere una grande varietà di strategie, c’è anche una possibile strategia a due soste, che è anche competitiva: Si effettuano due stint sulle soft per 15-18 giri, per poi montare la media per 20-26 giri.

Tutte e quattro le strategie qui descritte potrebbero funzionare bene sul Circuit of the Americas, a seconda ovviamente del tasso di degrado della gomma morbida. 

GP Stati Uniti: Le dichiarazioni dei primi tre qualificati

LE VARIABILI

Ma tutto ciò verrà influenzato dal tempo e dalle condizioni della pista nel giorno della gara: come abbiamo visto nell’ultimo gran premio del Messico il tipo di differenza che queste variabili possono fare.

La mescola soft, è teoricamente circa più veloce di un secondo al giro rispetto alla medium, ma i primi cinque della griglia (sia Mercedes che Ferrari, oltre alla Red Bull di Max Verstappen) inizieranno la loro gara su medium, con i piloti immediatamente dietro a loro che inizieranno sulle soft. 

Anche se in condizioni di gara, questo divario di prestazioni tra i due composti dovrebbe ridursi in modo significativo.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Translate»
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.