Hulkenberg: nuove chance per lui in IndyCar

A seguito della decisione dell’Alfa Romeo di rinnovare il contratto di Antonio Giovinazzi per la stagione 2020, le prospettive di Nico Hulkenberg di rimanere in Formula 1 sembrano ormai tramontare.

Nico Hulkenberg si è quasi escluso per un sedile della Wiliams, affermando che non crede di essere il pilota giusto per la squadra. 

Robert Kubica lascerà la squadra Grove alla fine della stagione, il che significa che Williams dovrà decidere un nuovo pilota da portare a fianco di George Russell, (dove al momento il più appetibile e Nicholas Latifi ndr.). 

La Red Bull si è anche mossa per annunciare che non sta prendendo in considerazione Hulkenberg per il 2020, poiché sceglierà uno tra Alexander Albon, Pierre Gasly e Daniil Kvyat come compagno di Max Verstappen.

Ad Austin lo scorso fine settimana, Hulkenberg ha affermato di non essere interessato ad assumere un ruolo di sviluppo e/o di riserva con un team di Formula 1 il prossimo anno, poiché desidera continuare a correre.

La Renault ha appiedato Hulkenberg per la sua negatività

Auto Motor und Sport riferisce che potrebbe esserci un’apertura per l’IndyCar con il team Ed Carpenter Racing, con il ruolo di “pilota part-time”.

Lo stesso Ed Carpenter corre esclusivamente su circuiti ovali ma nel 2020, è pronto a fornire due sedili, uno per gareggiare solo su piste stradali e un altro per gareggiare a tutti gli eventi IndyCar.

All’inizio di quest’anno, Hulkenberg ha dichiarato che la corsa ovale “non è cosa mia“, il che significa che probabilmente avrebbe preso posto sul campo stradale, qualora fosse stato firmato un accordo. 

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.