Il regolamento della Formula E: Parte 2

In questa breve rubrica dedicata al mondiale di Formula E, che inizierà fra due settimane con l’E-Prix di Ad Diriyah, parleremo del regolamento (non tecnico) della serie totalmente elettrica, per farvi avvicinare ad essa.

In questa seconda parte in cui vi spiegheremo e vi illustreremo il regolamento della Formula E, vi spiegheremo com’è impostata la prima parte del format di un weekend di gara.

LO SHAKEDOWN

Il weekend di gara di Formula E, inizia con lo Shakedown, che si svolge solitamente nella giornata di venerdì, il giorno prima delle sessioni principali dell’evento, ma sempre in base alla disponibilità della pista (ricordando che la Formula E corre su circuiti cittadini).

Durante la sessione di shakedown i piloti verificano l’uso generale della monoposto, tra cui i sistemi elettronici e l’affidabilità della monoposto. Ma durante questa sessione non verificano le prestazioni, in quanto girano ad andatura ridotta (potenza limitata a 110 KW).

Lo shakedown inoltre, non serve solo ai piloti e ai team, ma anche alla FIA che può verificare la configurazione della pista, i cordoli e le caratteristiche, tenendo conto dei feedback dei concorrenti forniti durante il briefing del pilota.

LA SESSIONE DI PROVE LIBERE

Il programma del weekend di un’E-Prix, prevede due sessioni di prove libere, la prima di 45 minuti e la seconda da 30 minuti. Ma in caso di doppia gara (doubleheader), è prevista una sola sessione di 45 minuti il secondo giorno.

Durante le sessioni di libere, i piloti per la prima volta scendono in pista per effettuare dei giri cronometrati, sebbene (come in altre categorie) i tempi non vengono considerati per il risultato finale. Durante le due sessioni (o la sessione singola), i team e i piloti hanno a disposizione tutti i 250 KW.

Il regolamento della Formula E: Parte 1

QUALIFICHE E SUPER POLE:

Come in ogni categoria del motorsport, le qualifiche determinano l’ordine in cui i piloti inizieranno la gara, con il più veloce che inizierà l’E-Prix davanti a tutti.

In Formula E, la sessione di qualifiche dura un’ora e vede i piloti divisi in quattro gruppi da massimo sei monoposto, definiti dalla loro posizione nel campionato. Dove per la prima gara stagionale, l’ordine è deciso dalla classifica finale della stagione precedente.

Una volta in pista, ogni pilota ha sei minuti per realizzare il miglior tempo. Mentre, i sei piloti più veloci (il più veloce di ogni gruppo), partecipano alla Super Pole shoot-out nel tentativo di garantirsi la Julius Baer Pole Position e aggiudicarsi altri tre punti.

Durante la Super Pole shoot-out, i piloti escono uno a uno, con il sesto pilota più veloce delle qualifiche “a gruppi” che scende in pista per primo. Una volta sceso in pista e aver percorso l’intero giro lanciato, la luce in pit-lane diventa verde e il pilota successivo scende in pista. Ripetendo ciò fino a quando tutti i sei piloti non avranno completato il loro giro.

Nel prossimo appuntamento della rubrica “Il regolamento della Formula E”, spiegheremo tutte le dinamiche della gara.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.