Leclerc: “Non sono il primo pilota Ferrari”

Charles Leclerc afferma di non essere il pilota numero uno della Ferrari dopo aver vinto le ultime due gare di Formula 1 a Spa-Francorchamps e Monza.

L’ultima volta alla gara di casa della Ferrari in Italia, Leclerc ha respinto Lewis Hamilton per la vittoria, mentre il compagno di squadra Sebastian Vettel si è girato presto, distruggendo ogni possibilità di un risultato importante.

In qualifica, Vettel non è riuscito a battere Leclerc da quando ha conquistato la sua unica e finora unica pole position della stagione in Canada. 

Orari diretta e differita, Gran Premio di Singapore F1

Nonostante la forma che ha avuto nelle gare precedenti, Leclerc non crede di essere ora il pilota principale di Ferarri, insistendo sul fatto che le cose siano equilibrate all’interno della squadra:

“Non mi sono mai sentito così. Dall’esterno, non so se sembra diverso, ma dall’interno è molto equilibrato”.

“Ci sono state situazioni in passato in cui ho aiutato Sebastian, altre in cui Seb mi ha aiutato e questa è la strada da percorrere per la squadra. La squadra sta facendo tutto a suo vantaggio e questa è la cosa più importante”.

“Siamo qui per esibirci al meglio, ed è quello che siamo qui per fare. Ma sono molto contento di come sia la squadra al momento”.

Leclerc ha anche negato di dover avere un forte ego per avere successo, poiché crede che giocare a squadre lo gioverà a lungo termine:

Binotto su Vettel: “È depresso, ha bisogno di ritrovare la sua fiducia” 

“Essere un pilota di squadra, paga sempre alla fine della giornata. Il team sta facendo tutto per noi. Se hai un pilota che è un egoista e guarda solo se stesso, non è eccezionale”.

“Ci sono situazioni in cui forse devi guardare di più te stesso, ma devi solo trovare il giusto equilibrio”.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi