Vettel: “Invidia nei confronti di Hamilton? Al massimo sono geloso”

Sebastian Vettel nega di provare sentimenti di invidia nei confronti di Lewis Hamilton, nonostante il successo dell’inglese ultimi negli ultimi anni.

L’ultimo successo è avvenuto nel Gran Premio degli Stati Uniti, con Hamilton che ha vinto il suo sesto campionato mondiale piloti, inserendosi al secondo posto nella classifica dei piloti con più titoli mondiali di F1 di tutti i tempi, mentre Vettel è fermo a quota 4.

Vettel ha vinto quattro titoli iridati consecutivi, prima dell’inizio dell’era ibrida nel 2014, con Hamilton che ha vinto cinque degli ultimi sei titoli, uno è stato vinto dal compagno di squadra Nico Rosberg nel 2016. 

Il pilota tedesco, che è entrato in Ferrari nel 2015, ha sfidato Hamilton per il titolo nel 2017 e nel 2018, ma ha visto svanire le sue possibilità nella seconda metà di entrambe le stagioni.

Mentre il tedesco ammette che c’è gelosia nelle sue emozioni, nega di essere invidioso di Hamilton:

“Non direi che c’è invidia, apprezzo molto le sue esibizioni e il suo successo. Devi, è ovvio. Altrimenti, non sarei io”. 

Accordo Verstappen-Hamilton: Niente più discussioni dinanzi alla stampa

“Nel mio mondo e nei miei valori, sarebbe sbagliato. Insieme alla sua squadra, ha fatto un ottimo lavoro. Ovviamente, in un certo senso potresti dire che sono geloso, perché vogliamo essere lì anche noi e non ci siamo”.

“Ma non è che lo invidio. Se guardi allo sport, c’è un ragazzo che finisce per primo, un ragazzo che finisce secondo, terzo e così via. È la natura di questo sport. Ha occupato quello spazio, quindi significa per chiunque altro rimanga solo il secondo, il terzo, il quarto posto. È così via”.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.