Gran Premio di Russia: Vince Hamilton grazie al gioco di squadra, Vettel solo terzo

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Russia estendendo il suo vantaggio dal ferrarista a 50 punti, grazie all’aiuto degli ordini di scuderia ai danni di Valtteri Bottas, visibilmente amareggiato.

Lewis Hamilton è riuscito a contrastare Sebastian Vettel alla partenza in curva 1 riuscendo a guadagnare spazio grazie alla scia del suo compagno di squadra Valtteri Bottas che mantiene il vantaggio conquistato con la pole. Bottas ha mantenuto la posizione su Hamilton e Vettel durante il primo stint, ma il britannico è stato sconfitto da Vettel e si è portato al terzo posto.

Hamilton è rimasto incollato a Vettel attraverso la curva 3 e si è lanciato all’interno nella curva 4 per riprendersi la posizione.

Bottas ha continuato a guidare ma, mentre la coppia ha catturato Max Verstappen, la Mercedes ha impartito istruzioni affinché Bottas cedesse la posizione a Hamilton, il finlandese ha dovuto obbedire, permettendo ad Hamilton di passare, con il leader dei punti che ha preso il comando quando Verstappen ha fatto la sua sosta obbligatoria.

Hamilton ha quindi continuato a trionfare, con Bottas secondo, mentre Vettel si è allontanato dal rottame per tutto il terzo stint e ha conquistato un terzo basso.

Kimi Raikkonen è stato anonimo al quarto posto nella seconda Ferrari, mentre Verstappen ha offerto la maggior parte delle azioni iniziali mentre è salito dall’ultima fila al quinto in soli otto giri.

Max Verstappen con la sua partenza perfetta insieme ai suoi sorpassi a dir poco da manuale e quasi da videogioco, grazie anche alla sua strategia con un primo lungo stint con le mescole medie per poi passare alle ultrasoft.

Daniel Ricciardo non è stato in grado di eguagliare i primi guadagni di Verstappen, ma ha comunque preso il sesto posto, dopo aver cambiato ala anteriore durante il pit-stop.

Charles Leclerc ha condotto la battaglia di centrocampo al settimo posto, il cui punto forte è arrivato al secondo giro, quando ha girato intorno a Kevin Magnussen alla curva 3.

Magnussen ha conservato l’ottavo posto sotto la pressione sostenuta da entrambi i piloti della Force India, dato che la squadra ha dato l’opportunità ad Esteban Ocon e Sergio Perez di attaccare il pilota Haas.

Romain Grosjean era 11 °, mentre nessun pilota della Renault ha segnato un weekend poco brillante per il costruttore, lasciando Nico Hulkenberg al 12 ° e Carlos Sainz Jr. al 17 ° lugano.

Marcus Ericsson è partito tra i primi 10, ma è scivolato al 13 ° dopo aver usato una strategia a due soste, mentre il duo della McLaren Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne erano 14 e 16, divisi da Lance Stroll.

Sergey Sirotkin aveva 18 anni e l’ultimo nel suo Gran Premio di casa.

I piloti della Toro Rosso, Pierre Gasly e Brendon Hartley, sono stati gli unici a fare i conti perché la coppia ha subito sospetti guasti ai freni durante i primi giri.

Gasly e Hartley sono stati entrambi girati nello stesso giro, rispettivamente a Turn 5 e 2, e sono entrati nel garage alla fine del giro.

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport,
nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

 

Translate»
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.