Formula 1 | Sebastian Vettel lo ammette: “Ero sul podio contro la mia volontà” – tutte le dichiarazioni del pilota Ferrari

Sebastian Vettel ha ammesso di essere salito sul podio solo per rispetto dei suoi rivali, in questo caso la Mercedes e Lewis Hamilton, e del suo compagno di squadra Charles Leclerc, ma non voleva essere presente.

Il pilota della Ferrari, Sebastian Vettel, ha tagliato il traguardo in prima posizione, ma è stato retrocesso in seconda posizione con l’aggiunta di una penalità di cinque secondi dopo aver tagliato la curva numero 4 ed essere rientrato in pista in “maniera poco sicura”, costringendo Lewis Hamilton ad agire per evitare una collisione.

Lewis Hamilton ha conquistato la vittoria a causa della penalità del pilota tedesco, visibilmente infelice e arrabbiato con i commissari, dichiarando:

“Devi essere un cieco assoluto per pensare che puoi attraversare l’erba e poi controllare l’auto. Sono stato fortunato a non aver colpito il muro, dove diavolo dovrei andare? Questo è un mondo sbagliato, te lo dico, non è giusto”. [Parlando con il suo ingegnere di pista, Riccardo Adami.

Subito dopo la gara, Sebastian Vettel ha parcheggiato la sua auto all’inizio del pitlane – non alla fine dove si trova il podio – e si è precipitato nel motorhome Ferrari mentre Lewis Hamilton ha festeggiato la vittoria.

Sebastian Vettel successivamente è stato richiamato e accompagnato dai commissari stessi a salire sul podio, ma prima di farlo ha cambiato le schede che indicavano le posizioni di arrivo davanti le monoposto, n. 1 e n. 2, e ha ammesso di aver preso parte alla premiazione solo per rispetto.

“Non volevo partecipare a nulla. Ero arrabbiato e deluso, penso che tutti capiscano perché, ma penso che sia il rispetto verso Lewis e Charles [Leclerc] e il rappresentante della Mercedes che mi ha fatto prendere parte al podio”.

“Certamente non è il posto su cui volevo essere, a quel punto volevo uscire, esserci non faceva parte del mio libero arbitrio, ma dovevo essere lì”.

Infine, Sebastian Vettel è rimasto sul podio durante le celebrazioni e si è intrattenuto per le interviste con l’ex pilota Martin Brundle, per poi “scappare” immediatamente giù dal podio. Nel mentre, Sebastian Vettel ha dichiarato:

“Lewis è stato un pochino più veloce di me nel corso della gara, ma eravamo riusciti lo stesso a stargli davanti. Per il resto credo di aver detto abbastanza: basta chiedere alla gente cosa pensa. Era stato uno spettacolo fantastico e Lewis ha mostrato un grande rispetto, ma chiedete alla gente”.

“Io voglio dire alla gente che non deve contestare Lewis. Il pubblico al massimo deve contestare questa decisione assurda. Sicuramente questo tipo di decisione non rende più popolare il nostro sport, perché la gente vuole vederci gareggiare e quella è stata una manovra di una lotta in pista”.

Al termine di tutto, Sebastian Vettel, ha parlato ai microfoni di Sky Sport F1 Italia e ha dichiarato:

“Non penso che avrei potuto fare qualcosa di diverso. Stavo cercando di tenere la macchina in pista. Ovviamente uscivo dall’erba, le gomme erano sporche e io stavo cercando di riprendere il controllo della macchina, quindi davvero non so cosa avrei potuto fare di diverso in quel momento: ho perso il posteriore in entrata, sono finito nell’erba ed ho avuto la fortuna di non girarmi, ma una volta che ho ripreso il controllo della macchina, ho guardato nello specchietto e Lewis era lì. Io non sapevo dove fosse, ma in quel momento era già abbastanza difficile recuperare il controllo della vettura e non ho molto altro da aggiungere”.

Infine, per concludere ha parlato del suo morale, non lasciando spazio a interpretazioni:

“Sono incazzato, è un peccato, perché oggi non eravamo i più veloci, ma avevamo tagliato il traguardo per primi. Avevamo fatto una pole position incredibile ieri ed eravamo riusciti a tenerlo dietro lottando con il coltello tra i denti per tutta la gara. Non mi importa del campionato in questo momento. Noi meritivamo di vincere la gara e credo che questo fosse anche il parere del pubblico”.

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi


Translate»
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.