GP Austria 2020: l’analisi e l’anteprima di Pirelli, fornitore unico di pneumatici

La Formula 1 ritornerà a far emozionare tifosi e appassionati, il primo weekend della stagione ha inizio e il fornitore unico di pneumatici Pirelli, fornisce per il GP d’Austria 2020 un’analisi e un’anteprima.

Dopo che i regolamenti per l’utilizzo e la scelta dei pneumatici per i weekend di gara sono state modificate, anche a causa della pandemia da Covid-19, la Pirelli ha fornito un’anteprima e un’analisi per il GP d’Austria.

Ricordando che ci saranno due round, nonché due weekend di gara al Red Bull Ring, il fornitore unico di pneumatici della sua gamma a disposizione, porterà le mescole C2 (riconoscibile dalla banda bianca), C3 (riconoscibile dalla banda gialla) e la C4 (riconoscibile dalla banda rossa), le tre rispettivamente saranno: hard, medium e soft.

F1 2020, niente scelta degli pneumatici, i piloti avranno gli stessi set

Per i piloti e per i team non sarà un salto nel vuoto e alla cieca, anzi, tutti conoscono le mescole e il loro comportamento, considerato che sono esattamente le stesse che sono state utilizzate nello stesso round per la stagione 2019.

L’ANALISI DEL FORNITORE DI PNEUMATICI

Credits: Pirelli Press Area

Il Red Bull Ring, versione ridotta del famoso Österreichring, ha un giro piuttosto corto, con un continuo saliscendi su un asfalto particolarmente liscio. Enfatizza soprattutto trazione e frenata, e in qualifica è fondamentale evitare il traffico. Su un giro di appena 4,318 km ci aspettiamo un gap tra le mescole piuttosto ridotto.

Con entrambe le gare a inizio luglio, le temperature ambiente potrebbero essere piuttosto alte. Il tracciato si trova nelle Alpi settentrionali della Stiria e di conseguenza il meteo può essere variabile.

F1, GP Austria 2020: Orari diretta Sky e differita Tv8

Credits: Pirelli Press Area

Il Gran Premio d’Austria è tradizionalmente una gara con una strategia a una sosta. La maggior parte delle curve è verso destra, ma le due più impegnative sono a sinistra: ciò significa che qui i pneumatici possono essere sottoposti a carichi “a freddo”.

In passato, su questo circuito si sono verificati degli episodi di blistering, soprattutto con il caldo. Nel 2019 questo fenomeno è stato decisamente ridotto specialmente al posteriore grazie alla nuova specifica, nonostante le temperature più elevate rispetto al 2018.

La F1 debutterà al GP d’Austria con una nuova grafica

Il responsabile della Pirelli per la F1 e per il Motorsport, Mario Isola, ha dichiarato che finalmente: “Dopo una lunghissima sosta forzata siamo estremamente felici di tornare in pista! L’edizione 2020 del Gran Premio d’Austria sarà molto particolare rispetto al passato, senza pubblico e con speciali misure di prevenzione per l’emergenza Covid-19”.

Proseguendo: “Alcune di queste erano già in atto a Melbourne, quindi dal punto di vista operativo abbiamo già un’esperienza in queste condizioni. I pneumatici sono esattamente gli stessi dello scorso anno, di conseguenza la novità più importante potrebbe essere data dal ritorno alle competizioni dopo così tanto tempo”.

Infine, ha concluso dichiarando che: “Per cercare di togliersi di dosso un po’ di “ruggine”, di recente alcuni Team hanno girato con monoposto di due stagioni fa o hanno organizzato dei filming days in pista. In entrambi i casi, i pneumatici utilizzati sono demo, completamente diversi da quelli prestazionali utilizzati nei weekend di gara, quindi tutti quanti inizieranno questo fine settimana allo stesso livello”.

Seguici su FACEBOOK e INSTAGRAM ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sul motorsport per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Translate»
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.