Formula 1 | Toto Woff contro i tifosi: “Non bisogna incolpare i commissari”

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ha dichiarato che i tifosi sbagliano a criticare i commissari per la penalità che hanno imposto a Sebastian Vettel, e la loro rabbia dovrebbe invece essere diretta alle regole.

La Ferrari di Sebastian Vettel ha perso quella che sarebbe stata la sua prima vittoria della stagione 2019 dopo che una penalità di cinque secondi è stata aggiunta al suo tempo di gara, portandolo al secondo posto dietro al pilota della Mercedes Lewis Hamilton.

I tifosi si sono rivolti sui social media per sfogare la loro frustrazione sulla decisione, con molti che puntavano il dito contro i commissari. Tuttavia Toto Wolff insiste sul fatto che hanno semplicemente seguito il regolamento e suggerito che le regole stesse potrebbero dover essere discusse in futuro se i tifosi vogliono che le corse difficili rimangano impunite:

“La mia opinione sull’incidente è che è molto difficile per i commissari interpretare le regole in modo che tutti siano soddisfatti. Penso che in quel particolare incidente puoi giudicare 60-40 da entrambi i lati”.

“Ma ciò che non dobbiamo fare è mettere sotto pressione i commissari in modo che in futuro si dibattano di più per prendere decisioni, abbiamo bisogno di un processo decisionale coerente da parte degli steward e dobbiamo supportare i commissari nel raggiungimento del loro obiettivo.

“A volte ti va [a favore], a volte va contro di te, è andato contro di noi in passato.”

Alla domanda se pensasse che la penalità fosse giusta, Toto Wolff ha risposto:

“Penso che la penalità fosse ciò che dice la regola: era secondo le regole e i commissari stavano pensando secondo le regole. Se non siamo soddisfatti delle regole, perché ci piacciono le gare più difficili, [dovremmo cambiarle], quindi i commissari prenderanno un’altra decisione perché la regola sarà diversa”.

“Diamo un’occhiata alle regole e vediamo come possiamo renderle migliori, quindi incoraggiamo le corse difficili e quindi il verdetto sarà diverso”.

Ma entrando nello specifico nell’episodio di domenica e la decisione presa dai commissari di gara del Gran Premio del Canada, dice:

“Fare delle regole è un esercizio così difficile e i tuoi verdetti non sempre piaceranno a tutti. Nella situazione di [domenica] come ho detto, l’interpretazione è stata secondo le regole. E ‘chiaro che quando sei di parte della Mercedes dirai che probabilmente è la decisione giusta e quando sei di parte dalla Ferrari dirai che potrebbe essere stata interpretata in senso contrario”.

LEGGI ANCHE QUESTI ARTICOLI

Seguici su FACEBOOK ed entra nel nostro CANALE TELEGRAM sulla Formula1 per essere aggiornato sulle news e nel nostro GRUPPO TELEGRAM per discutere insieme a noi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.